Meteo, da domani arriva il caldo record: un fenomeno climatico che non accadeva da 15 anni

L’estate che finora abbiamo vissuto non si è distinta particolarmente per il caldo. Ci sono state le belle giornate, il termometro ha raggiunto alcuni picchi (specialmente in alcune regioni) ma rispetto alle ultime 10 estati le temperature medie sono state più basse. Specialmente al sud non si è sofferto il caldo torrido a cui si è abituati e, ad esclusione del periodo che va da metà luglio fino a ferragosto, sono stati parecchi i giorni caratterizzati da un cielo nuvoloso e da qualche burrasca. Ma proprio adesso le cose cambieranno.

loading...

Meteo, da domani arriva il caldo record: un fenomeno climatico che non accadeva da 15 anni

Preparate condizionatori e ventilatori perchè i prossimi giorni saranno tra i più caldi mai registrati nel nostro paese. Colpa (o merito) degli anticicloni che si sono arrivati adesso. Si toccheranno picchi di 38/40 gradi al sud, e 36/37 in alcune zone del nord. A peggiorare la situazione sarà anche un alto tasso livello di umidità che supererà il 60%. Il professor Guido De Bartoli, noto meteorologo, ha dichiarato che l’aumento delle temperature era previsto già da qualche settimana.

”Le temperature riportate in estate, finora, sono state molto moderate. Non si è sofferto il caldo più di tanto. Basti pensare ai dati relativi al numero di malati recatisi al pronto soccorso per insolazioni. Quest’anno sono stati meno numerosi di sempre. Negli ultimi giorni di Agosto, invece, le cose cambieranno. Prevediamo che settembre e ottobre registreranno temperature così alte da dare l’idea che la bella stagione sia slittata di un paio di mesi. Ciò è dovuto agli anticicloni provenienti dall’Africa che sono arrivati in ritardo nel nostro paese. Si registreranno temperature record, le più alte degli ultimi 15 o 20 anni. Un  fenomeno, questo, che non ha nulla di anomalo. Il clima negli ultimi decenni è cambiato parecchio, i limiti stagionali non sono più netti come una volta. Gli italiani potranno prepararsi a un settembre e ad un ottobre di fuoco. Il caldo estivo, che finora è rimasto “nascosto” prenderà il sopravvento.”

Insomma, l’estate non è finita, anzi, saranno contenti tutti gli italiani che hanno programmato le loro vacanze nelle prossime settimane…un po’ meno quelli che sono rientrati o rientreranno a lavoro dopo ferragosto.