Roma: RAGAZZA RIMANE INCINTA DOPO BAGNO IN PISCINA. LIQUIDO SEMINALE RITROVATO NELL’ACQUA.

Una storia al limite del surreale quella che proviene da Roma, dove Maria, una giovane ragazza 18 enne è rimasta incinta… a causa delle acqua della piscina. La ragazza, pur essendo fidanzata, non aveva mai avuto rapporti sessuali e una volta accortasi dell’insolito ritardo del ciclo mestruale, fino a quel momento sempre regolare, non si era preoccupata più di tanto. Ma col passare dei mesi il suo fisico è cambiato: infatti la sua pancia si è andata sempre più gonfiando, testimoniando un’inequivocabile gravidanza. È stato a quel punto che la sua famiglia ha cominciato a porsi e a porle delle domande. Nella famiglia della ragazza regna una forte austerità per via del credo religioso. L’educazione ricevuta dalla ragazza l’ha convinta a rinunciare ad avere rapporti sessuali con il fidanzato, per arrivare vergine al matrimonio. Una scelta impegnativa e da apprezzare. Maria ha (coerentemente con quanto abbiamo appena detto) giurato di non aver avuto rapporti e, tra le tante ipotesi fatte da lei e dai suoi genitori, quella che si è rivelata vera ha dell’incredibile. Il concepimento, con ogni probabilità, è avvenuto tramite le acque della piscina, un luogo che lei frequenta ormai da diversi anni.

loading...

Effettivamente, dai rilievi delle analisi fisico-chimiche compiute sulle acque della piscina, giunge la conferma che sono state trovate tracce consistenti di liquido seminale. Ciò non è un caso assurdo, perché è normale che le acque vengano contaminate da materiale organico umano. Adesso la ragazza si trova già all’ottavo mese di gravidanza, ed aspetta un maschietto.
Non è la prima volta che una donna rimane incinta in piscina per contatto accidentale con liquido seminale, che trova all’interno delle acque della piscina un habitat caldo che ne garantisce la sopravvivenza. Il cloro, infatti, protegge e fornisce nutrimento agli spermatozoi, la cui longevità, di conseguenza, aumenta di molto.

Episodi del genere sono già capitati altre volte e sono documentati nella letteratura medica, ma sono considerati comunque dei casi straordinari da quasi tutti gli esperti del settore.
Quanto accaduto a Roma desta certamente qualche perplessità, ma soprattutto può essere sconvolgente per la persona interessata, che ad un certo punto si trova in uno stato di gravidanza che non si sarebbe mai aspettata. Ammiriamo comunque il coraggio e la forza di volontà di Maria, che ha deciso di portare a termine la gravidanza e, ad un certo punto, non possiamo non chiederci chi sia l’ignaro padre del piccolo. Il suo fidanzato, 24enne, si dichiara comunque pronto a crescere il bambino esattamente come se fosse il suo.